Iphonex
Tempo di lettura: 2 minuti

Iphone X quasi regalato? Ammettetelo,  farebbe gola a tutti avere l’ultimo melafonino top di gamma.

L’ iphone X , entrato in commercio in Italia a inizio Novembre 2017, costa 1189 euro ovvero quanto un computer di fascia medio alta e attualmente le sue vendite sono di parecchio al di sotto delle iniziali aspettative dell’azienda di Cupertino, tanto che da quanto emerso da alcuni rumors, la sua produzione potrebbe essere interrotta a fine 2018.

Ma se vi dicessi che esiste un sito, italiano tra l’altro, che promette l’acquisto di un iphoneX al “modico” (si fa per dire) prezzo di 429 euro ? E’ vero, è così… ma attenti, non è tutto oro quello che luccica.

Sembrerebbe infatti che il sito dueamici.it prometta prodotti ad un prezzo estremamente vantaggioso, non solo quindi smartphone di ultima generazione, ma anche buoni carburante a metà prezzo, elettrodomestici e molto altro,  selezionandoli da una folta lista direttamente dal sito.

Ma come funziona?

Dando una rapida occhiata al sito, salta subito all’occhio il tasto prenota “Prenota” che compare su ogni prodotto della lista, ed è proprio questa parolina magica che tanto differisce dal termine “Acquista” usato dai classici siti e-commerce che si basa tutto il meccanismo.

Infatti selezionato l’oggetto, si prosegue con il pagamento al prezzo “ribassato” indicato che da diritto proprio alla prenotazione del prodotto (429 euro nel caso dell’iphone X).

Fatto ciò a casa non arriva nulla fin quanto l’intero prezzo di mercato dell’oggetto (nel caso dell’iphone 1189 euro) non sia coperto da altri acquirenti postumi che prenotano lo stesso prodotto, e così via all’infinito.

Esiste un altro modo per ricevere il prodotto, ovvero riscattarlo ad un prezzo maggiorato di 100 euro rispetto al prezzo di mercato (nel caso dell’iphone X 1289 euro).

Geniale vero? Si, Tanto geniale quanto rischioso perchè questo sistema ha tutta l’aria di uno schema Ponzi, il ben noto e fraudolento meccanismo Piramidale che promette forti guadagni alle vittime a patto che reclutino nuovi “investitori”.

A mio personalissimo avviso sarebbe il caso di tenersi alla larga da iniziative del genere, perchè si sa che su internet la fregatura è dietro l’angolo.

Voi invece cosa ne pensate? C’è da fidarsi?

Fatemelo sapere con un commento.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo:Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Potrebbe interessarti anche

Rai dell’isola di Yap – Un bitcoin vec... Se vi dicessi che la stessa tecnologia presente nel bitcoin fosse stata già usata un migliaio di anni fa da un'antica civiltà? Benvenuti nella tribù...
Blockchain e Social Network – Facebook dichiara l... E' possibile lasciare il controllo dei dati agli utenti che li inseriscono nei social network? La blockchain è la risposta! Questo articolo ti spieg...
Come la Blockchain potrebbe aiutarti in un’i... Ecco un esempio di vita reale semplice, concreto e divertente per capire come la blockchain rivoluzionerà il mondo che conosciamo. A cosa serve l...
Come la Blockchain potrebbe aiutarti in un’i... Il sistema del consenso distribuito, si pone sempre come un'ottima soluzione nei casi in cui la fiducia viene meno. Ecco un esempio di come la block...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *