social network blockchain
Tempo di lettura: 2 minuti

E’ possibile lasciare il controllo dei dati agli utenti che li inseriscono nei social network? La blockchain è la risposta! Questo articolo ti spiega come.

La notizia eclatante degli ultimi giorni è che Zuckerberg sta valutando la migrazione del suo social network verso la rivoluzionaria tecnologia blockchain organizzando una propria divisione dedita a tale scopo.

A dirigere la task force sarà proprio David Marcus, già responsabile e sopravvisore del servizio di chat Messanger, il quale scrive in un suo post:

Dopo quattro appaganti anni a capo del progetto Messanger, ho deciso che era l’ora per me di intraprendere una nuova sfida. Sto mettendo su un piccolo gruppo per esplorare come sfuttare al meglio la Blockchain su Facebook, partendo da zero”.

Sembrerebbe che anche il vice presidente della piattaforma Instagram, Kevin Weil, stia pensando di rinunciare al suo corrente ruolo per prendere parte al gruppo di Marcus.

La compagnia quindi sta ristrutturando il suo organigramma dopo nemmeno un mese dall’interrogazione di Mark Zuckemberg al Congresso degli Stati Uniti sul noto scandalo di Cambridge Analytica, e cinque mesi dopo le promesse del CEO di risolvere le maggiori problematiche di Facebook entro l’anno.

Analizziamo dunque quali benefici porterebbe agli utenti dei Social Network se si decidesse di appoggiarsi alla Blockchain.

Consideriamo che le reti di social media gestiscono miriadi di informazioni raccolte dalle azioni di registrazioni, posizionamento , geolocalizzazione e inserimento di post e fotografie sulle varie piattaforme che gli utenti compiono ogni giorno.

Attualmente  queste informazioni sono archiviate in server centralizzati di proprietà della piattaforma (Facebook, Twitter, Instagram, Google+, ecc.) che si dichiara proprietaria di tali dati e quindi autorizzati a manipolarli a piacimento e venderli a compagnie terze per motivi più disparati (Pubblicità, Marketing, Sondaggi, ecc.).

Se un domani le compagnie decidessero di fare un uso malvagio di tali dati, ad esempio consegnarli a regimi oppressivi, gli utenti non sarebbero in grado di impedirlo.

Detto questo, come la blockchain potrebbe risolvere questo problema?

In poche parole, la blockchain altro non è che un libro mastro o database distribuito, ovvero esiste una copia dei dati su piú nodi della rete; questa tecnologia è stata inventata per supportare le criptovalute quali Bitcoin, Litecoin, Monero e molte altre, ma subito si è visto che potrebbe essere applicata in modo efficace e rivoluzionario su tutti i campi in cui ci sia necessita di trasparenza nello scambio di informazioni digitali.

Ricapitolando a differenza dei database tradizionali, di proprietà archiviati e gestiti da una singola organizzazione o azienda, le blockchain sono replicate su migliaia di computer di prorietà di entità che non hanno alcun legame tra di loro. Ciò renderebbe impossibile alla singola entità manomettere le informazioni del registro a proprio vantaggio. A questa caratteristica si aggiunge la crittografia che autorizza al solo e vero utente proprietario di utilizzare i suoi dati e manipolarli come crede.

Concludendo, quando si porteranno i social media alla blockchain, il beneficio immediato che gli utenti otterranno sarà la proprietà esclusiva dei loro dati. Ciò significa che Facebook non sarà più in grado di archiviarli in modo oscuro sui propri server o dare un’occhiata al contenuto dei feed di chat senza il consenso dell’utente. Tutto sarà crittografato e memorizzato sulla blockchain.

Fonti:
 https://bdtechtalks.com/2018/01/15/blockchain-decentralized-social-media/
 https://techcrunch.com/2018/01/05/mark-zuckerberg-is-right-to-explore-the-potential-of-the-blockchain-for-facebook/
 https://www.theverge.com/2018/5/8/17332894/facebook-blockchain-group-employee-reshuffle-restructure-david-marcus-kevin-weil
Se questo articolo ti è piaciuto condividilo:Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Potrebbe interessarti anche

IPhone X a 429 euro. Vero, Ma… Iphone X quasi regalato? Ammettetelo,  farebbe gola a tutti avere l'ultimo melafonino top di gamma. L' iphone X , entrato in commercio in Italia ...
Guida su come non perdersi nella buia foresta dell... Vuoi diventare programmatore informatico ma non sai da dove iniziare? Ecco qui una panoramica sul mondo dello sviluppo di applicazioni e delle diver...
Facebook Down – Il social network è sotto at... Facebook Down in Italia? Ecco come sapere se il social network è fuori servizio grazie al contributo degli utenti della rete. Facebook Down - Ogg...
Come la Blockchain potrebbe aiutarti in un’i... Ecco un esempio di vita reale semplice, concreto e divertente per capire come la blockchain rivoluzionerà il mondo che conosciamo. A cosa serve l...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *